Prime indiscrezioni sugli esiti della riunione che si è tenuta nella mattinata tra gli addetti ai lavori dell’apparecchio da intrattenimento e il Regolatore.

Secondo quanto emerso ADM sta valutando, come avevamo annunciato, la possibilità di introdurre procedure più snelle per il rilascio delle autorizzazioni e in particolare la possibilità di escludere da questo obbligo gli apparecchi come calciobalilla e biliardo che, sappiamo bene, corrono pochi rischi di essere modificati per il gioco d’azzardo. In questo caso potrebbe essere prevista a breve una modifica normativa. Come anticipato nei giorni scorsi gli operatori hanno chiesto una proroga tecnica, alla scadenza del 31 dicembre prossimo, per le Ticket Redemption.

Si tratta di allineare la scadenza a quella di tutti gli altri apparecchi, quindi al 2023.

Particolarmente sentita la problematica degli apparecchi più datati per cui , ad oggi, risulta impossibile reperire la documentazione prevista per il rilascio delle omologhe.

Si parla anche di una piccola novità tecnologica, ovvero l’introduzione di un sistema QRCODE che dovrebbe risultare più agevole, anche in fase di controlli, rispetto alla documentazione ad oggi rilasciata in formato cartaceo. Secondo quanto riferito dal Regolatore sarebbero previsti anche interventi sulla piattaforma tecnologica, ad opera di Sogei, per correggere eventuali criticità che gli operatori hanno segnalato nelle scorse settimane.

Secondo quanto comunicato dall’ADM ai presenti ad oggi il numero delle autocertificazioni sarebbe di oltre 77.000, mentre le Ticket Redemption censite in totale sono 9.400. Le procedure di omologhe ammontano ad un totale di 130 circa, meno di 100 quelle concluse con esito positivo.

e.

Articolo precedenteADM, sanzionata sala bingo di Roma per assegnazione premi in violazione del calendario comunicato
Articolo successivoBrescia, scommesse per conto di un bookmaker estero privo di concessione: ADM sanziona 5 esercenti