“Le donne del gioco di stato di nuovo in campo per difendere la dignità del proprio lavoro. Bar, sale scommesse, sale dedicate sono in assoluto insieme ai ristoratori i settori più colpiti da questo accanimento. Siamo con voi, non mancherà il nostro sostegno. Oggi 21 gennaio alle 15 saremo con il cuore e con la testa con voi”. E’ quanto scrive Sapar.