“Il dato che emerge sul valore del mercato illecito è eclatante, ma non sorprende i lavoratori del comparto del gioco pubblico da tempo osservatori impotenti degli effetti dell’azione espansiva del gioco illegale che, sfruttando i blocchi e le limitazioni imposte agli operatori autorizzati da leggi pregiudizievoli, ha sottratto importanti quote di mercato al settore del gioco legale”. Così in una nota Sapar in merito alle parole del direttore di Adm, Marcello Minenna, nell’ambito della firma con le forze dell’ordine del Regolamento Operativo del “Comitato per la prevenzione e la repressione del gioco illegale, la sicurezza del gioco e la tutela dei minori” previsto dall’art.15- ter del D.L. n. 78/2009, convertito dalla Legge n. 102 del 3 agosto 2009.

“Le associazioni di categoria hanno denunciato reiteratamente l’effetto espulsivo che ha interessato l’intero settore, in seguito all’attuazione delle normative regionali particolarmente restrittive in materia di gioco. Questo fenomeno ha favorito ulteriormente le attività illecite che posseggono un vantaggio competitivo in termini economici, operando al di fuori delle regolamentazioni. Un intervento legislativo omogeneo che corregga le attuali misure proibizionistiche rappresenta il giusto complemento all’azione coordinata tra ADM e Forze dell’ordine, volta ad arginare il moto espansionistico del gioco illegale” conclude Sapar.