GLMS, Global Lottery Monitoring System, pubblica l’ultimo Rapporto di monitoraggio e intelligence a medio termine del 2020, relativo al lavoro di monitoraggio e intelligence di GLMS nei primi sei mesi del 2020 come servizio dei suoi membri.

Il rapporto include anche i principali eventi degli ultimi mesi, vale a dire attività di progetto, lavoro politico, crescita GLMS, eventi digitali, incluso il webinar GLMS-EL-WLA e una presentazione dei membri associati  – Sporting Solutions, Intralot, Scientific Games Digital e IGT. Nel report questi operatori spiegano come hanno affrontato il COVID-19 e come intendono lavorare con GLMS e le lotterie nel prossimo futuro per proteggere l’integrità sportiva.

Nel priodo compreso tra gennaio e giugno 2020 GLMS ha registrato 52 alert ai suoi membri relativamente a match sospetti. 45 di questi si riferivano a incontri di calcio.

Parte degli alert sono stati inviati oltre che ai partner anche alle autorità di Polizia e regolatori.

Su 269 allarmi, 37 erano allarmi rossi e 10 sono stati generati prima della partita o durante la partita stessa.

Ludovico Calvi, presidente di GLMS, commenta: “La chiusura delle competizioni sportive tradizionali in tutto il mondo a causa dell’epidemia di Covid-19 ha rappresentato opportunità per i criminali per sfruttare e manipolare le scommesse sportive in tutto il mondo. Come presidente della GLMS, ho osservato personalmente un periodo estremamente intenso negli ultimi 3 mesi con il rilevamento di attività di scommesse irregolari e sospette. Dato che la nostra associazione per l’integrità sportiva ha reagito prontamente alle nuove e inattese minacce attraverso i nostri Hub di integrità a Copenaghen, Hong Kong e Montreal, insieme a membri e partner, non siamo mai stati così impegnati come in questo periodo nella lotta ai fenomeni delle partite fantasma e il match fixing. Di fatto, nell’ultimo trimestre, c’è stato un numero crescente di casi di “partite” che non si sono mai verificate, ma che sono state promosse sul web con l’obiettivo di trarre profitto a spese del pubblico ignaro e degli operatori di scommesse. Le organizzazioni criminali sono state molto attive dallo scoppio di Covid-19, cogliendo ogni opportunità – anche durante una crisi pandemica – per promuovere le loro attività illecite. Di conseguenza, GLMS ha aumentato il livello di vigilanza e monitoraggio dell’intelligence e lo farà di più nei prossimi mesi. È probabile che le minacce aggiuntive continuino a materializzarsi mentre gli eventi sportivi riprendono in un periodo sportivo generalmente tranquillo dell’anno, dato che la crisi ha avuto un impatto negativo su innumerevoli organizzazioni sportive a livello globale, che a loro volta possono aumentare il livello di rischio e la vulnerabilità di atleti e parti interessate dello sport. Il mondo dello sport “post-Covid 19″ sarà pieno di domande senza risposta e instabilità economica per qualche tempo, esercitando una pressione senza precedenti su nuove entrate, gestione dei costi e compensazioni finanziarie. Questo scenario creerà inevitabilmente terreno fertile per i truffatori che cercano di sfruttare le debolezze e trarre vantaggio da questo momento di vulnerabilità del sistema. È nostro dovere rimanere vigili mentre implementiamo strategicamente misure di salvaguardia per garantire la legalità delle scommesse sportive e per proteggere gli atleti e le parti interessate in tutto il mondo”.