“Sono trascorsi circa due mesi da quando abbiamo iniziato la vendita delle mascherine chirurgiche in tabaccheria e ci ha riempito di orgoglio il fatto di essere stati scelti dallo Stato come rete di distribuzione. Questo ha ancora di più evidenziato la nostra affidabilità e serietà e ci ha permesso di integrare la nostra offerta di servizi. Il risultato delle vendite è stato straordinario: 40 milioni di pezzi, un successo oltre ogni ragionevole aspettativa”. Così in una nota la Federazione Italiana Tabaccai.

Advertisement

“E soprattutto siamo anche riusciti a mantenere, grazie ad un prezioso lavoro di coesione e di fiducia reciproca, una promessa fatta: aggio raddoppiato! Sì, passiamo da 5 a 10 centesimi a mascherina, una conquista importante per tutti noi, se confrontato al prezzo finale imposto di 50 centesimi. Ed allora proseguiamo dritti per questa strada, un percorso che ci consentirà di ottenere condizioni più vantaggiose per la rete, premiando il lavoro ed i sacrifici di ogni singolo tabaccaio”.