“Una valutazione complessivamente positiva sull’emendamento del Governo alla manovra di bilancio in discussione in Senato per la riduzione delle tasse. Aver concentrato l’intervento sull’Irpef sulle aliquote e non sulle detrazioni, come avvenuto in passato, produce un vantaggio all’intera platea dei contribuenti a prescindere dalla natura del reddito. Molto significativa la correzione dell’Irap che consente di esonerare lavoratori autonomi e imprese individuali dal pagamento dell’imposta, dando finalmente attuazione allo spirito dell’imposta che, come sottolineiamo da tempo, non si sarebbe dovuta applicare ai soggetti privi di autonoma organizzazione. Elemento di rammarico è che nel sistema delle detrazioni, benché rimodulato, permangano ampie differenze tra le diverse categorie di contribuenti, con una evidente penalizzazione per autonomi e società di persone”. Così in una nota Cna.