Sistema Gioco Italia sostiene la “Manifestazione Unitaria Lavoratori del Gioco Legale”, che si terrà domani 18 febbraio 2021 e che vedrà i lavoratori del gioco legale riuniti in Piazza del Duomo a Milano e in Piazza del Popolo a Roma con l’obiettivo di sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica sul grave stato di difficoltà e di perdurante incertezza che sta affliggendo i 150.000 lavoratori del settore.

In questi mesi abbiamo più volte richiesto di comprendere le ragioni alla base della chiusura che è stata imposta – sono le parole di Stefano Zapponini (nella foto), Presidente di Sistema Gioco Italia –, ci siamo dotati di regole di assoluta sicurezza e controllo, come impone l’emergenza sanitaria, ci siamo dotati di protocolli rafforzati come in nessun altro settore, peraltro in assenza di possibili assembramenti e di focolai. Tutte le richieste sono rimaste inascoltate. Ora le rinnoviamo al nuovo Governo che confidiamo sia più attento agli aspetti socio-economici, puntando ad una nuova normalità sostenibile in era Covid da attuare con gradualità, almeno nelle zone gialle.

Ovviamente – prosegue Zapponini – una pacifica rappresentazione del profondo e sconcertante disagio del settore non può che essere sostenuta a difesa della dignità dei lavoratori, delle imprese e degli investitori, ben sapendo che l’assenza del presidio del Gioco legale sta restituendo ampi spazi alla criminalità organizzata”.