“Senza volto”. Prosegue la protesta da parte degli opeatori del gioco legale davanti la sede della Regione Lazio in via Cristoforo Colombo.

Advertisement

In particolare la Federazione Italiana Gestori Scommesse sta presidiando l’area di fronte all’edificio per chiedere di poter incontrare i rappresentanti dell’amministrazione.

E’ infatti inconcepibile la scelta di far slittare la riapertura delle attività di gioco legale al 1 luglio. Una decisione che mette a serio rischio la sopravvivenza di tantissime imprese già duramente provate da oltre 3 mesi di lockdown. La speranza degli operatori è di poter essere ascoltati per avere un confronto, l’obiettivo è quello di ottenere un ripensamento dell’amministrazione regionale anche in virtù di quanto stabilito dalla quasi totalità delle altre Regioni italiane.