“Nella Legge di Bilancio 2022 e’ previsto un taglio dello stanziamento per gli ippodromi nazionali di 6,5 milioni rispetto al 2021 (-15%). E’ un taglio inaccettabile ed insostenibile e pertanto questa associazione invita tutte lo società di corse ad un incontro urgentissimo per decidere, unitariamente, quali iniziative assumere per riuscire ad avere uno stanziamento di almeno 50 milioni, vista anche la riapertura degli ippodromi di Palermo e Livorno. Con meno di 50 milioni annui gli ippodromi italiani non sono in grado di proseguire l’attività e garantire il regolare svolgimento delle corse dei cavalli. Chiediamo quindi un incontro al Sottosegretario Battistoni per conoscere quali iniziative ha intenzione di adottare per riuscire ad eliminare questo inaccettabile taglio ed assicurare la sopravvivenza del settore, che continua a precipitare in una crisi sempre più grave e che necessita di una profonda ed urgente riforma”. Così in una nota il presidente del Coordinamento Ippodromi, Attilio D’Alesio.