Oggi in contemporanea su tutto il territorio nazionale, si stanno svolgendo presidi presso le prefetture per manifestare le problematiche che da oltre un anno vivono i lavoratori del settore gioco legale.

“Nella nostra provincia sono occupati presso la sala bingo della Spezia circa 20 dipendenti che vivono da mesi una situazione di forte incertezza occupazionale e reddituale. Ad oggi, questi i lavoratori sono sottoposti ad ammortizzatore sociale (FIS) a zero ore”. Così Daniele Viviani, Filcams Cgil della Spezia: “I lavoratori sono preoccupati per il loro futuro perché ad oggi non esiste per il settore ancora un piano di riaperture nel rispetto dei protocolli vigenti ed in tutta sicurezza. In considerazione della situazione epidemiologica con massima responsabilità i lavoratori hanno deciso di non svolgere, nella nostra provincia, alcun presidio, ma di denunciare la situazione solo a mezzo stampa”.