Associazione Astro gioco

Questa mattina, a Roma, si è tenuto un incontro tra le sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil ed i rappresentanti dell’industria del gioco legale cui ha partecipato As.Tro con i Vicepresidente Massimiliano Orlandini e Lorenzo Verona.

«È l’inizio di un percorso difficile, ma dai sindacati abbiamo ricevuto grande attenzione e partecipazione. Da parte nostra, la cosa più importante è che a questo appuntamento il settore si sia presentato unito». Sono le prime impressioni del Vicepresidente As.Tro, Massimiliano Orlandini, a margine dell’incontro.

«Ognuno, nell’ambito della propria rappresentanza, ha cercato di raccontare il proprio business: numeri, livello di tassazione, distribuzione. Abbiamo cercato di mettere in evidenza il processo per cui si è passati in qualche anno da un’attività non normata a una ben presidiata sia sotto il profilo legale che fiscale».

Orlandini sottolinea l’atteggiamento partecipe degli interlocutori: «Da parte dei sindacati non ho ravvisato alcuna forma di pregiudizio per le istanze dei lavoratori del gioco, degni di tutela esattamente come tutti gli altri. Si è parlato magari di un’offerta da modificare, da perfezionare, ma anche loro si rendono conto come il proibizionismo farebbe ripiombare il settore nell’illegalità. E che bisogna assolutamente salvaguardare l’occupazione del settore, messa a rischio dai recenti sviluppi sul piano politico, sia locale che nazionale. La decisione di chiedere un tavolo di crisi al Mise è la prova del coinvolgimento positivo della triplice sindacale. Ripeto, il percorso è difficile, ma oggi è stato fatto un passo importante».

Commenta su Facebook