Il primo monitoraggio indipendente del codice paneuropeo della pubblicità responsabile dell’EGBA ha rilevato che lo stesso fornisce una solida base per la pubblicità responsabile, grazie al suo contenuto completo e dettagliato, e i membri dell’EGBA già applicano correttamente la maggior parte delle sue misure.

Oggi, 19 luglio, i membri della European Gaming and Betting Association (EGBA) hanno compiuto progressi nei loro sforzi di pubblicità responsabile secondo il primo monitoraggio indipendente del codice di pubblicità responsabile paneuropeo dell’associazione.

Il monitoraggio è stato condotto dalla European Advertising Standards Alliance (EASA), l’associazione con sede a Bruxelles che rappresenta le organizzazioni europee di autoregolamentazione per la pubblicità, la quale ha riscontrato che il codice EGBA è una solida base per la pubblicità responsabile e i membri dell’EGBA applicano già la maggior parte delle sue misure.

Sulla base dei risultati, l’EASA ha anche suggerito miglioramenti che potrebbero essere apportati per rafforzare il codice e la sua applicazione.

Il codice pubblicitario paneuropeo per il gioco d’azzardo online è stato istituito da EGBA nel 2020 e interessa i contenuti pubblicitari, social media, protezione dei minori e messaggi di gioco responsabile. Il monitoraggio è parte integrante del codice e i membri dell’EGBA avranno la loro conformità periodicamente monitorata da una terza parte indipendente per migliorare l’efficacia del codice e assicurarne l’aggiornamento.

L’EGBA ha incaricato l’EASA di monitorare il codice durante il torneo di calcio Euro 2020 nel 2021.

L’EASA è stata assistita da Nielsen, un’importante società di analisi pubblicitarie, che ha raccolto 1240 annunci pubblicitari dai membri dell’EGBA, in quattro paesi (Grecia, Romania, Irlanda e Svezia).

L’EASA ha quindi valutato gli annunci raccolti, che includevano spot TV, pre-roll online, banner online statici e animati, insieme agli account sui social media dei membri dell’EGBA. Nelle loro conclusioni, condivise con l’EGBA nel giugno 2022, l’EASA ha fornito un feedback positivo sul codice, affermando che fornisce una solida base per una pubblicità responsabile, grazie al suo contenuto completo e dettagliato, e che i membri dell’EGBA già applicano correttamente la maggior parte delle sue misure nelle loro pubblicità, in particolare sulla moderazione dei contenuti.

 L’EASA ha suggerito che il codice potrebbe essere ulteriormente rafforzato, in particolare per quanto riguarda la chiarezza del messaggio di gioco responsabile negli annunci (sia in termini di leggibilità che di velocità), l’esplicita menzione dei requisiti di età legale per il gioco d’azzardo online, la fornitura di un avviso di anticipo, e meccanismi di differenziazione dell’età sui profili dei social media.

 Nella fase successiva, i membri dell’EGBA discuteranno come utilizzare e implementare il feedback dell’EASA per rafforzare ulteriormente l’efficacia complessiva del codice.

 “Siamo lieti dei risultati del monitoraggio e dei progressi che i nostri membri stanno facendo nella promozione della pubblicità responsabile. Ringraziamo l’EASA per il loro approccio critico ma costruttivo. La pubblicità è uno strumento essenziale per informare il pubblico su quali operatori di gioco sono autorizzati e regolamentati – e può essere fatto in modo responsabile. Incoraggiamo altri operatori a sottoscrivere il codice e unire i nostri sforzi per aumentare gli standard di pubblicità responsabile. L’industria deve prendere sul serio una pubblicità responsabile e misurata, soprattutto con la Coppa del Mondo in arrivo entro la fine dell’anno, altrimenti la pressione delle restrizioni pubblicitarie continuerà ad aumentare”, ha affermato Maarten Haijer (nella foto), Segretario generale EGBA.

Articolo precedenteDomodossola, gioco d’azzardo: il consiglio comunale vota la modifica della legge regionale
Articolo successivoCerimonia di immissione a ruolo personale ADM, Minenna: “Ora sta a voi far rispettare il senso dello Stato che con grande fatica stiamo ricostruendo”