“Almeno c’è una chiarezza ora. Normalmente non dobbiamo chiedere la carta d’identità per verificare l’autenticità del green pass ma se c’è un dubbio sì, ed è proprio la spiegazione che avevamo chiesto”.

Ad affermarlo all’Adnkronos è Giancarlo Banchieri (nella foto), presidente Fiepet, la Federazione italiana degli esercenti pubblici e turistici della Confesercenti, commentando la circolare emanata ieri dal ministero dell’Interno per chiarire quando è necessario che un ristoratore o un barista deve chiedere un documento di identità, ovvero “quando appaia manifesta l’incongruenza con i dati anagrafici contenuti nella certificazione”.

Tuttavia, aggiunge Banchieri sempre a proposito del green pass, “almeno in una fase iniziale, per tutto il mese di agosto, bisognerebbe togliere le sanzioni per gli esercenti”.