Mentre il progetto ERASMUS+, Integrisport, coordinato da CSCF Foundation for Sport Integrity, si è concluso a marzo 2021, formando forze dell’ordine e magistratura su come affrontare efficacemente le manipolazioni sportive, le forze dell’ordine istituzionali e nazionali del progetto hanno mostrato il loro sostegno al tema con un Dichiarazione congiunta.

Il progetto IntegriSport Erasmus+ (2019-2020) si è concluso con l’evento di chiusura organizzato dal coordinamento del progetto, CSCF Foundation for Sport Integrity, mercoledì 10 marzo, sul tema delle manipolazioni sportive e delle attività criminali a impatto sportivo.

La dichiarazione, firmata dai partner, comprese le forze dell’ordine di Cipro, Ungheria, Portogallo e Repubblica slovacca, nonché il Ministero della sicurezza olandese, FINCIS, il Centro sportivo lituano, l’Università di Aix-Marseille, gli atleti dell’UE e, naturalmente, GLMS, ha ribadito l’importanza di confrontarsi attivamente in modo coordinato con i teatri legati alla manipolazione delle competizioni sportive.

Il progetto di follow-up, Integrisport Next è iniziato con successo, attualmente è nella sua fase di accertamento dei fatti e ha coinvolto le forze dell’ordine e le autorità competenti di Cipro, Estonia, Georgia, Malta, Svezia, Finlandia, nonché KU Leuven e FIFPro.