Una valutazione sulla capacità di creare dipendenza del gioco d’azzardo, adottando un approccio prevalentemente clinico, è l’oggetto del progetto vincitore dell’ultima edizione della “ONCE International Responsible Gaming Competition”.

Negli ultimi anni, ONCE ha adottato un nuovo formato di competizione biennale per soddisfare il requisito “Ricerca” per la certificazione del gioco responsabile attraverso le Lotterie europee. Lo scopo di questo requisito è promuovere la ricerca sui fattori che facilitano la comparsa di comportamenti a rischio, al fine di ridurre, per quanto possibile, il potenziale impatto negativo che il gioco d’azzardo può avere su un settore molto ristretto di consumatori.

In questa quarta e ultima edizione del concorso, il documento vincitore è intitolato “Impatto della pubblicità in base al tipo di gioco, fattori sociodemografici e psicopatologia associata”, presentato da un team di ricercatori guidati dalla dott.ssa Marta Sancho dell’Hospital de la Santa Creu i Sant Pau (Barcellona). Il documento analizza l’impatto della pubblicità relativa al gioco d’azzardo sia sulle persone con una dipendenza dal gioco (campione clinico), sia sulle persone senza tale dipendenza (campione del pubblico in generale). Lo studio ha incluso un totale di 220 partecipanti, 89 con una dipendenza dal gioco e 131 senza. Tutti i partecipanti sono stati valutati attraverso questionari su problemi di gioco, altri sintomi associati (ansia o depressione) e personalità, attraverso un test al computer per valutare la distorsione dell’attenzione verso stimoli legati al gioco d’azzardo, come la pubblicità.

I risultati hanno dato luogo ad alcune conclusioni degne di nota. Il campione clinico ha mostrato un maggiore interesse per le macchine da gioco, le scommesse sportive e la roulette rispetto al campione del pubblico generale, mentre l’interesse del campione del pubblico generale per le lotterie era maggiore. Inoltre, il campione clinico ha mostrato una maggiore vulnerabilità all’impatto della pubblicità relativa al gioco d’azzardo, che è aumentata in linea con la gravità del comportamento di gioco. Inoltre, lo studio ha rivelato che i giovani erano più vulnerabili all’impatto della pubblicità legata al gioco d’azzardo; aumentando il loro interesse per il gioco, inducendo in loro un atteggiamento più pro-gioco e aumentando la loro conoscenza dei fornitori di giochi d’azzardo, specialmente in relazione ai siti di gioco d’azzardo online.

I progetti presentati per la quarta competizione internazionale di gioco responsabile di ONCE sono stati valutati da una giuria di esperti e illustri professionisti. Nelle precedenti edizioni del concorso, gli studi si sono concentrati sulla promozione della ricerca sulle variabili che rendono possibile il verificarsi di alterazioni comportamentali in relazione al gioco d’azzardo da diverse prospettive (2011) e sullo sviluppo di un sistema avanzato online per identificare e intervenire sui problemi di gioco (2013). La terza e la quarta edizione del concorso si sono concentrate sulla valutazione della capacità di dipendenza dei giochi d’azzardo.

Il primo documento vincitore, intitolato “Fattori che facilitano i comportamenti patologici di dipendenza dal gioco d’azzardo nei giovani e negli adolescenti”, era stato presentato da un team di ricercatori guidati dalla dott.ssa Ana Estévez, dell’Università Deusto, Bilbao, Spagna. L’obiettivo finale era identificare, mettere in relazione e stabilire una mappa relazionale dei fattori di rischio insiti nel gioco d’azzardo che possono attivare i processi psicosociali che sono alla base della dipendenza.

Nella seconda edizione, il progetto vincitore era intitolato, “Sviluppo di un sistema avanzato online per l’identificazione e l’intervento nei problemi del gioco d’azzardo”, presentato dal dottor Francisco Labrador, che ha guidato un team della facoltà di psicologia dell’Università Complutense, Madrid, Spagna. Lo scopo dello studio è stato quello di sviluppare un sistema online per identificare e intervenire sui problemi di gioco. Questo sistema è stato utilizzato da ONCE per migliorare il suo strumento di progettazione del prodotto, fornendo uno strumento per un maggiore controllo sull’impatto del rischio dei suoi prodotti.

Il documento presentato dalla dott.ssa Ana Estévez della Deusto University ha ricevuto il premio al terzo concorso. Lo studio era intitolato “Influenza della pubblicità commerciale sul comportamento a rischio degli adolescenti nelle scommesse sportive: guida per regolatori, operatori, istituzioni e media”. Lo studio ha misurato l’influenza della pubblicità commerciale sul comportamento dei giovani nelle scommesse sportive. I suoi risultati evidenziano la responsabilità delle aziende nel settore del gioco d’azzardo, nella progettazione di strategie pubblicitarie e di marketing che non istigino alla dipendenza dal gioco.

L’impegno di ONCE per il gioco responsabile e la protezione dei consumatori è continuo e rimane una priorità assoluta. L’organizzazione è stata il primo operatore in Spagna a incorporare gli standard di gioco responsabile stabiliti dalla World Lottery Association e dalla European Lottery Association. I risultati degli studi vincitori nelle varie edizioni del concorso internazionale sono riportati alla comunità spagnola, e in particolare negli ambienti in cui potrebbero essere più utili per indagare, prevenire o trattare patologie e problemi legati al gioco d’azzardo. L’impegno di ONCE per il gioco responsabile si concretizza non solo attraverso questa competizione, ma anche attraverso numerose misure attuate per proteggere i consumatori e i propri dipendenti. La competizione è solo una delle tante misure all’interno dell’impegno di ONCE per la ricerca, il gioco responsabile e la protezione dei consumatori.

La giuria