Oggi, venerdì 25 marzo alle ore 14.30, “in diretta multistreaming ZOOM e sulle pagine Facebook ‘Alleati per la legalità’, sui canali del coordinamento e dei media partners si terrà la presentazione ufficiale del Manifesto per la cultura del gioco legale nel Lazio. All’appuntamento parteciperanno i rappresentanti istituzionali del Parlamento, della Regione Lazio, del Comune di Roma e dei Municipi della Capitale”.

Puoi seguire l’evento sulla pagina Facebook di Jamma https://www.facebook.com/jamma.ilquotidianodelgioco

E’ quanto comunica in una nota il coordinamento “Alleati per la legalità” promosso da: Acadi – Confcommercio, Acmi e Astro (aderenti a Confindustria), Assotabaccai, Donne in Gioco, Egp – Fipe, Fit – Federazione Italiana Tabaccai, Sapar e Sts – Sindacato totoricevitori sportivi.

All’appuntamento interverranno in particolare:

Andrea Alemanni – Presidente Commissione Commercio Roma Capitale;

Tommaso Amodeo – Presidente Commissione Urbanistica Roma Capitale;

Sara Battisti – Presidente Commissione Sicurezza, lotta alla criminalità, antimafia Regione Lazio;

Mauro Caliste – Presidente Municipio Roma V;

Mauro Maria Marino – Presidente Commissione gioco illegale e disfunzioni gioco pubblico Senato;

Massimiliano Maselli – Vice Presidente Commissione Sviluppo Economico Regione Lazio;

Marietta Tidei – Presidente Commissione Sviluppo Economico Regione Lazio;

Orlando Tripodi – Commissione Bilancio Regione Lazio.

“L’appuntamento – continua la nota – sarà l’occasione per far conoscere alle istituzioni i contenuti innovativi presenti nel manifesto: dall’istituzione delle ‘Case della Legalità’ in ogni punto di Gioco Pubblico all’introduzione del controllo di accesso attraverso la Gaming Card, dal bollino ‘Alleati per la Legalità’ all’attivazione del registro di autoesclusione, dalla formazione e qualità degli ambienti ad una nuova distribuzione dei punti di gioco per evitare zone a luci rosse: un pacchetto di proposte concrete ed attuabili da subito per costruire, nel Lazio, un nuovo modello nazionale di sviluppo basato su lavoro, salute, legalità, territorio”.