Associazione Astro gioco
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Il comparto del gioco pubblico sta vivendo, negli ultimi mesi, un momento di forte fibrillazione che passa dal recente accordo raggiunto in Conferenza Unificata per il riordino del settore per arrivare, nel caso specifico della Regione Emilia-Romagna, all’approvazione della delibera regionale n. 831/2017 che ha previsto la prossima cancellazione dal territorio urbano, non solo di sale dedicate, sale scommesse e sale bingo, ma anche la scomparsa progressiva di tutte le apparecchiature da gioco lecito, installate in bar, tabaccherie e circoli privati.

Nonostante i diversi Comuni dell’Emilia Romagna stiano già attuando, con propri regolamenti, la delibera della Giunta dell’Emilia Romagna, che ha reso operativo il distanziometro di 500 metri per le attività di gioco, As.Tro – in collaborazione con Articolo 1 e Formart – in attuazione della Legge Regionale n. 5/2013 che ha istituito i corsi di formazione obbligatori per gli operatori, continua a mettere a disposizione le competenze dei propri docenti per strutturare un percorso formativo che sia finalizzato ad aumentare la messa in sicurezza degli ambienti di gioco e l’accrescimento della professionalità degli operatori.

As.Tro, infatti, ha da sempre adottato una politica di prevenzione per combattere le problematiche legate alla pratica di gioco che poggia su una corretta informazione ed una doverosa formazione di chi, quotidianamente, ha un rapporto diretto con gli utenti del ‘prodotto gioco’.

La qualificata formazione del personale addetto alle sale da gioco, una maggiore consapevolezza degli operatori in merito all’attività che svolgono, l’illustrazione della normativa di accesso ed il divieto ai minori, unitamente alla normativa antiriciclaggio, saranno, pertanto, i principali argomenti affrontati oggi dall’Avv. Michele Franzoso, durante l’incontro formativo che si svolgerà ad Imola.

As.Tro

Commenta su Facebook