“Responsabilità è più di una parola, è l’ingrediente chiave per un settore del gioco d’azzardo online a prova di futuro. In EGBA vogliamo che le scommesse siano divertenti per tutti. Dopotutto, è per questo che facciamo quello che facciamo. I nostri membri vendono intrattenimento e vogliamo che le persone si divertano. La maggior parte dei clienti gode di una scommessa occasionale sui cavalli, sulla loro squadra di calcio preferita o su una mano di poker. Ma per alcuni, il gioco d’azzardo può essere problematico, persino dannoso, e le aziende devono fare di più per proteggerli”. Così Maarten Haijer (nella foto), Segretario generale dell’European Gaming and Betting Association.

“Ecco perché sono molto lieto che il nostro membro Kindred Group abbia recentemente preso l’iniziativa di pubblicare la quota dei suoi ricavi da clienti che hanno un alto rischio di danni da gioco. Kindred ricava il 4% delle sue entrate da giocatori ad alto rischio e, cosa importante, si è impegnata a ridurlo a zero entro il 2023. Questa è un’iniziativa davvero importante – per i clienti e il settore – e un grande passo avanti in termini di trasparenza e responsabilità. Quando si guarda ai loro numeri, è chiaro che le procedure interne di Kindred per rilevare e affrontare comportamenti problematici di gioco stanno già dando risultati positivi: oltre il 70% dei clienti rilevati dal sistema di rilevamento precoce della sicurezza dei giocatori di Kindred ha cambiato positivamente il proprio comportamento di gioco al momento del rilevamento e l’intervento dell’azienda.

E non è solo Kindred: tutte le nostre società associate stanno raddoppiando i loro sforzi per promuovere un gioco d’azzardo più sicuro. Collettivamente, stanno comunicando più che mai per garantire un gioco d’azzardo più sicuro. Nel 2019 hanno effettuato ben 1,2 milioni di comunicazioni dirette e interventi verso i propri clienti per promuovere un gioco d’azzardo più sicuro. Questo è stato un grande passo avanti con un aumento del 50% rispetto all’anno precedente.

Gran parte dei loro sforzi di comunicazione mirano a indirizzare i clienti verso gli strumenti di gioco più sicuri che i nostri membri offrono ai loro clienti. Questi sforzi hanno funzionato perché il 63% dei loro clienti ha utilizzato strumenti di gioco d’azzardo più sicuri nel 2019. Si tratta di un netto aumento rispetto all’anno precedente quando poco più di un terzo dei loro clienti, il 37%, aveva utilizzato questi strumenti.

I nostri membri aiutano anche le persone a smettere di giocare d’azzardo se necessario. L’autoesclusione è una rete di sicurezza vitale per coloro che temono o subiscono danni legati al gioco e consente loro di smetterla. In risposta alle richieste di autoesclusione, i nostri membri hanno chiuso 800.000 account cliente, temporaneamente o permanentemente, nel 2019.

I nostri membri stanno trasformando le loro parole in azioni e EGBA si impegna a guidarli in un momento in cui il settore del gioco d’azzardo online è giustamente sotto il controllo pubblico. Ci sono ancora troppe aziende nel settore che puntano il dito con rabbia contro la regolamentazione e se ne lamentano, senza assumersi responsabilità e fornire soluzioni.

Il settore deve diventare molto più maturo nel modo in cui risponde alla società e deve farlo rapidamente. Ciò include riconoscere che il settore è responsabile di ciò che fa e non fa e di come protegge i propri clienti, in particolare quelli che necessitano di maggiore supporto. Altrimenti il futuro apparirà cupo, soprattutto per quelle aziende che continuano a pensare che la migliore linea d’azione per il controllo pubblico sia non fare nulla. Nel 2021 e oltre, la responsabilità è ciò di cui abbiamo più bisogno”.