“Seppur abbiamo raggiunto un risultato inaspettato, ci teniamo a sottolineare alcuni aspetti di questa vicenda. Il silenzio assordante di tutti i bookmakers ha evidenziato le distanze nel rapporto fra gestore e concessionario. Se è vero che le grandi azioni sono l’insieme di piccoli gesti, cogliamo l’occasione per incalzare tutti i concessionari delle scommesse chiedendogli formalmente di devolvere in beneficenza 1% dell’utile netto derivante dalla raccolta da punto fisico delle scommesse nella Regione Lazio all’associazione Italiana Leucemie Linfomi (AIL) nel periodo che va dal 20 giugno al 1 luglio 2020”.

È quanto dichiara in una nota il portavoce di Figs, Christian Evangelisti.