L’emergenza Covid non ha fermato il fenomeno del gioco d’azzardo patologico, anzi: è quindi necessario continuare nel lavoro di prevenzione e lotta, che vede i Comuni oggi più che mai in prima linea. Di questo si è parlato stamani al webinar “Non t’azzardare eh!”, organizzato da Anci Toscana con Regione Toscana, che ha registrato oltre cento partecipanti tra amministratori, esperti e tecnici.

Ad aprire i lavori Simona Neri (nella foto), sindaca di Pergine Laterina e delegata di settore AnciToscana, che ha lanciato un allarme riguardo l’Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo del Ministero della salute, dove la stessa Neri rappresenta Anci nazionale: “L’attività dell’Osservatorio rischia il blocco per un ricorso del Codacons e questo è gravissimo – ha detto la sindaca -. Il Governo ha conferito 50 milioni di euro per lottare contro il Gap e abbiamo molti progetti, anche in Toscana, che non possono nè devono fermarsi”.

Tra i relatori dell’incontro Daniela Matarrese (Regione Toscana), Sabrina Molinaro (CNR Pisa), Filippo Torrigiani (consulente Commissione Parlamentare Antimafia), Don Armando Zappolini (portavoce campagna “Mettiamoci in gioco”) e Andrea De Conno (referente Progetto DGA di Federsanità Anci Toscana).