“La cessazione dello stato di emergenza, ufficiale dal 31 marzo, è foriera dell’allentamento graduale delle misure di contenimento dei contagi, in un’ottica di successiva abolizione definitiva delle stesse. Per quanto interessa direttamente le tabaccherie-ricevitorie di giochi pubblici va evidenziato che dal 1° aprile 2022 non sarà più necessario il possesso del green pass (né di quello base né di quello rafforzato) per accedere alle scommesse e al gioco tramite apparecchi da intrattenimento con vincite in denaro. Diversamente da quanto fatto nel periodo emergenziale, i tabaccai non saranno pertanto più tenuti a chiederne l’esibizione ai giocatori. Con il venir meno di quest’ultimo obbligo, la fruizione dei giochi pubblici in tabaccheria torna dunque appannaggio della totalità del pubblico dei giocatori. L’auspicio è che la raccolta delle scommesse e del gioco tramite AWP, particolarmente penalizzata nel corso del periodo di restrizioni anti covid, possa adesso recuperare vigore, a vantaggio della filiera e dell’Erario”. Così in una nota il Sindacato Totoricevitori Sportivi.