“L’Istituto Milton Friedman da anni si batte per la difesa del gioco lecito, della libertà delle imprese del settore e dell’occupazione dei lavoratori. Vogliamo riprendere le parole del Procuratore nazionale Antimafia Federico Cafiero De Raho che ha affermato più volte quali saranno le conseguenze della chiusura delle attività terrestri di gioco lecito nel corso della pandemia, infatti questa ha consentito al gioco irregolare e illegale di crescere esponenzialmente, specialmente per quanto riguarda il segmento dell’online. Il gioco illegale è tradizionalmente controllato dalle mafie in tutto il mondo e si sottrae da ogni tipo di controllo dello Stato, oltre a rendere quasi impossibile l’identificazione delle persone affette dalla dipendenza patologica e a sottrarre ingente gettito allo Stato. Il rischio per moltissime imprese del settore del gioco legale è quello di chiudere definitivamente, sono pertanto in pericolo decine di migliaia di posti di lavoro in tutto il Paese. L’accorato appello al nuovo Governo di lavoratori ed imprese che oggi scendono in piazza a Roma e Milano chiedendo di poter riaprire in sicurezza è anche il nostro”. Così Alessandro Bertoldi (nella foto), Direttore esecutivo dell’Istituto Milton Friedman Institute.