“È un peccato che ancora oggi – nel 2019 – si realizzi una trasmissione del genere. ’Presa Diretta’, in onda ieri sera, è stata priva di qualsiasi forma di contraddittorio, facendo perdere così di credibilità allo stesso programma. Il dato centrale per lo spettatore di un canale di servizio pubblico è stato l’eccessivo squilibrio nella narrazione”. È quanto dichiara Pietro Ferrara, portavoce di Astro, commentando i contenuti dello speciale “Vizio di Stato” andato in onda ieri sera su Raitre.

“La parte sana del settore, a questo punto, deve unirsi in una strategia comunicativa comune, per fornire dati e documentazioni a istituzioni e media. Un settore come il nostro non può accettare di passare dalle accuse di riciclaggio dei giorni scorsi a trasmissioni in cui siamo additati come untori: siamo pur sempre operatori che fanno da argine all’avanzata della criminalità. Il paragone tra malati di eroina e chi ha problemi di Gap offende, prima di tutto, le migliaia e migliaia di famiglie che vivono, quotidianamente, il flagello della tossicodipendenza dei propri cari, per non parlare delle imprecisioni numeriche di cui la trasmissione di ieri sera era disseminata”, ha concluso Ferrara.