(Jamma) Dopo l’ennesimo aumento della tassazione sugli apparecchi da intrattenimento previsto dalla cosiddetta “Manovrina”, SAPAR – l’Associazione Nazionale Servizi Apparecchi per le Pubbliche Attrazioni Ricreative che riunisce e rappresenta più di 1.700 aziende con un indotto di circa 200.000 lavoratori – scenderà in piazza contro un intervento che rischia di mettere in ginocchio un intero settore. La manifestazione si terrà mercoledì 3 maggio, in Piazza Montecitorio, a partire dalle ore 14:00.

 

 

SAPAR – promotrice dell’iniziative e che ben volentieri ha accolto l’adesione di altre sigle associative – ancora una volta è in prima linea nella difesa di un settore non soltanto capace di generare reddito, sviluppo economico, occupazione ed entrate erariali, ma di svolgere anche un ruolo insostituibile di presidio di legalità contro ogni forma di illegalità e abusivismo.

Commenta su Facebook