“Il sottosegretario Villarosa dichiari il suo orientamento”. Questo esclama il presidente Cni, Gianmaria Chiodo dopo svariati tentativi di contatto per fissare un incontro vista la promessa strappata alla manifestazione F.I.T..

“So che sono state incontrate associazioni di categoria dei produttori, concessionari, la F.I.T. stessa ma non le associazioni dei gestori” ribadisce il presidente “forse non sa che siamo parte della filiera. Forse la parte più importante, quasi 7000 P.M.I. che al loro attivo impiegano 150000 maestranze che al posto di gravare sulle casse dello Stato usufruendo del R.D.C. vogliono solo avere il diritto di lavorare ed essere riconosciute, magari il sottosegretario non sa che ci sono investimenti di centinaia di milioni di euro. Certo diluiti in 7000 P.M.I. ma sono numeri da capogiro. Forse il sottosegretario non sa che i reali proprietari delle awp sono proprio queste 7000 P.M.I. che hanno acquistato cabinet, schede di gioco, complementi di arredo ecc.ecc. e che in ognuna della 265000 awp in italia ci sono delle monete che hanno un valore e che sono capitali fermi, che ogni volta che si verifica un furto paghiamo noi, anche il Preu, Aams e il costo rete concessionario fermo restando che magari i soldi sono stati rubati e che oltre al dover riacquistare i beni strumentali e reinserire le monete all’interno di ciascun apparecchio dobbiamo pagare come detto Preu, Aams e rete che pretendono incuranti o meno che la raccolta sia stata fatta o no.

Quindi sottosegretario mi auguro che lei non conosca nessuna delle problematiche di cui sopra altrimenti non mi spiego questa sua perseveranza al non incontrare le associazioni di settore delle P.M.I. e non voglio pensare che lei abbia simpatia per 11 multinazionali che nel 50% dei casi non hanno sede in Italia, non voglio pensare che lei abbia un orientamento aziendalista piuttosto che popolare, preferisco pensare che lei non conosca bene tutta la piramide settoriale altrimenti mi permetta ma di “onorevole” non vedo nulla in chi ha come fine ultimo quello di creare 150000 nuovi disoccupati!”.