Nella foto Pasquale Chiacchio (a sinistra) e Ciro Fiola (a destra)

Si è svolto un incontro ufficiale presso la Camera di Commercio di Napoli, tra il Presidente dell’Ente camerale del poluogo campano, Ciro Fiola e Pasquale Chiacchio, Presidente “A.G.S.I.” (foto di Stefano Albamonte), in rappresentanza delle associazioni nazionali di categoria: A.G.S.I. – CNI – A.GI.LE – C.G.S.S. – Giocare Legale.

All’Ordine del giorno, le problematiche del settore “gioco legale”, ulteriormente aggravate dopo due anni di pandemia covid e che potrebbe vivere ulteriori difficoltà, vista la crisi dovuta al conflitto bellico in Ucraina. Le imprese del comparto, nonostante sostegni esigui elargiti dal Governo, sono andate avanti sperando in una ripartenza che non c’è stata nei fatti. Mancano le liquidità e i finanziamenti. A tal riguardo, è stata posta particolare attenzione, sul problematico rapporto con le banche. Tema più volte affrontato, già in precedenza, con la presidenza della Commissione bicamerale d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario e con il Ministero dell’economia e finanze.

Chiacchio ha tenuto a sottolineare al presidente Fiola, che la chiusura dei conti correnti delle agenzie e imprese di settore, mette sul lastrico gli imprenditori, costretti loro malgrado, a “tirare la cinghia” e in casi limite, arrivare alla morte commerciale” di numerosissime imprese e di tantissimi licenziamenti. Da parte di entrambi, visto l’importanza del settore per tutta l’economia del Paese e per le casse erariali, è stato assunto l’impegno, di cercare di arrivare a dirimere questa “assurda controversia”, individuando istituti di credito, che volendo andare oltre i pregiudizi, possano dare ossigeno al settore dei giochi.