“L’unica e vera priorità è e resta la riapertura di tutte le piccole e medie imprese del settore gioco legale”.

Così Pasquale Chiacchio di “Giocare Legale” in rappresentanza delle associazioni A.G.S.I, A.Gi.Le e C.G.S.S. che insieme al presidente di C.N.I. Gianmaria Chiodo, ha incontrato stamani il Presidente della Commissione Finanze della Camera, on. Luigi Marattin. “Un incontro cordiale e positivo, che ha rappresentato una chiave di volta, in vista di una possibile riapertura, prevista per gli inizi del prossimo mese di giugno”, si legge in una nota. “A tal riguardo – sottolinea Chiacchio- ci sarà un’interlocuzione con la Commissione Affari sociali – per far si, che le attività collocate in zona gialla riaprano con un orario ampio, mentre quelle in zona arancione, abbiano una lieve limitazione”. “Il Presidente della Commissione Finanze – ricorda Chiacchio – ha ritenuto opportuno verificare le condizioni per una ripresa sostenibile anche sotto l’aspetto economico e fiscale”. “A tal riguardo – prosegue – si è posta particolare attenzione sull’estensione del credito di imposta per le locazioni degli immobili per tutti i mesi di chiusura attività, sulla riduzione del Preu e dell’imposta unica per 12 mesi dalla ripartenza e sulla moratoria dei regolamenti regionali. Tali punti saranno oggetto di emendamenti al Decreto Sostegni 2”. “Proposte concrete, che – aggiunge – dimostrano l’attenzione e il sostegno da parte delle Istituzioni, verso un intero settore, che più di tutti, ha subito e continua a subire un pregiudizio”. “La nostra azione – conclude Chiacchio – fondata sul confronto e la sensibilizzazione prosegue senza sosta. Siamo certi che in tempi ragionevoli, riusciremo a portare a casa quel risultato che tutte le imprese attendono da sin troppo tempo”.