Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Nel corso dell’assemblea generale del VDAI, la federazione tedesca di operatori e produttori di apparecchi da gioco, che si è tenuta lo scorso 31 maggio, Paul Gauselmann è stato confermato all’unanimità presidente .Dal 1966 Paul Gauselmann opera come imprenditore nel settore dell’apparecchio da intrattenimento e dal 1981 è in prima linea con il VDAI.

Gli altri membri del consiglio eletti sono Jürgen Stühmeyer (Mercury), Dr. Werner Schroer (tecnologia) e Manfred Stoffers (marketing, comunicazione, politica).

In considerazione della difficile situazione politica e dell’impatto del Trattato di Stato sul gioco d’azzardo e delle normative su slot e sale giochi, la federazione ha ritenuto fondamentale dare un segno di continuità le leggi Arcade delle province e le ulteriori cambiamenti drastici da parte dell’ordinanza gioco, un modo per garantire il futuro dell’apparecchio da gioco a vincita limitata.

Paul Gauselmann, che sappiamo non essere proprio giovanissimo, guiderà la federazione per i prossimi due anni per sostenere gli interessi del settore che conta oltre 70.000 dipendenti. “Il nostro obiettivo deve continuare ad essere comune, puntando a difenderci contro i pregiudizi nei confronti del comparto e contro gli errori politici. Dobbiamo lottare per raggiungere i più alti livelli di qualità, separando il buono dal marcio. Siamo sul mercato da oltre sessanta anni, molti milioni di persone si sono divertiti nei nostri locali e lo hanno fatto senza indebitarsi in modo eccessivo” ha detto Paul Gauselmann.

Commenta su Facebook