Si è svolto nelle scorse settimane l’incontro tra la società Igt Gaming e Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs congiuntamente alle strutture territoriali interessate .

La società, come è noto, da maggio 2021 ha cambiato il brand in IGT assumendo una dimensione multinazionale e realizzando una riorganizzazione aziendale anche a seguito della cessione delle società Lis Holding e Lis Pay.

Nell’incontro la società ha presentato i risultati aziendali del triennio 2019/2021 e del primo quarter del 2022, analizzando le variazioni riguardanti l’organico.

Sono stati affrontati anche i temi relativi a:
– posizione dell’azienda sul mercato italiano dei giochi;
– le quote di mercato di IGT verso il mercato italiano delle lotterie;
– totale mercato italiano;
– la formazione svolta in azienda nel 2021.

“I risultati di Global Lottery sono stati rappresentati prendendo di a riferimento i ricavi, operating income ed Ebitda – fanno sapere le organizzazioni sindacali che hanno partecipato all’incontro- .

La società ha mostrato i valori di questi tre parametri nel triennio 2019/2021 non soltanto per lo spaccato italiano ma ha presentato quelli di Italy Lottery, North America Lottery e International Lottery che sono i tre segmenti delle Global Lottery.

I valori a confronto hanno evidenziato come nel 2020 la pandemia ha condizionato i risultati dell’azienda.

Nonostante le chiusure avvenute, nell’anno 2021 i risultati sono andati ben oltre le aspettative e i risultati nei primi quattro mesi del 2022 hanno registrato andamenti in linea con quelli pre-pandemia.

Per quanto riguarda l’organico presente in azienda si sono rapportati i numeri nel triennio 2020/2022 passando da 1388 dipendenti nel 2020 a 1044 nel 2022 questo per effetto della cessione delle società.

Il mercato italiano dei giochi in riferimento alla raccolta nel triennio 2019/2021 ha avuto per tutte le specifiche (apparecchi da intrattenimento, G&V, giochi a base sportiva, lotto, giochi interattivi giochi a totalizzatore, bingo, giochi a base ippica) un risultato positivo tranne che per il Bingo con un – 5%.

Le quote di mercato di Igt sul mercato totale si attestano nel 2021 al 92% per quanto riguarda il mercato Lotterie, mentre per il mercato giochi al 18%.

Sul tema della formazione la società ha dichiarato che sono state erogate in totale 12.929 ore di formazione per un totale di 1.022 partecipanti e gli argomenti hanno riguardato competenze tecnologiche, assertività, per migliorare la conoscenza della lingua inglese, Legge 231 (antitrust), gestione delle persone e collaborazione efficace, Excel e Powerpoint, sicurezza informatica con una media per ogni lavoratore di 12,7 ore di formazione.

Filcams, Fisascat e UILTuCS hanno valutato positivamente i dati illustrati dai quali emerge la solidità di Igt e la sua capacità di essere soggetto leader nel mercato di riferimento”, conclude la nota.

Articolo precedenteGiochi Numerici online, nel mese di agosto i giocatori hanno vinto il 43% della raccolta totale
Articolo successivoNuova Codere conferma il suo trend di miglioramento con ricavi per 317,7M€ nel secondo trimestre