“La stagione estiva 2020 sta per ripartire tra restrizioni ed incertezze. Il settore turistico, uno dei primi ad essere stato impattato, e tra quelli coinvolti più drasticamente dalle conseguenze dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19, stando anche ai dati più aggiornati, sarà l’ultimo ad uscire dalla situazione di crisi determinata dall’emergenza sanitaria.

rESISTIAMO è la forma verbale dalla quale la campagna di comunicazione della Filcams per il 2020 tra origine, senso e titolo, e conferma l’impostazione con la quale siamo intenzionati ad affrontare l’attuale situazione e in prospettiva la fase che ci attende”. Così in una nota la Filcams Cgil.

Difficile prevedere una ripresa nel breve periodo: continua ad essere incerta l’attività delle agenzie di viaggio e dei tour operator (70mila lavoratori); dubbia la riapertura di alberghi e strutture ricettive (300mila lavoratori); stanno ripartendo, non senza difficoltà e limitazioni, i pubblici esercizi e la ristorazione (1milione lavoratori), mentre riapriranno al pubblico i poli museali e i luoghi di cultura (100mila lavoratori), anche in questa circostanza gradualmente e secondo condizioni ancora da approfondire. Difficile fare previsioni anche sulla stagione per balneari e termali, portualità turistica, impianti di risalita – (100mila lavoratori) e sale bingo (10mila lavoratori).

Quest’anno è ancora più importante ripartire dai diritti e dalle tutele, per garantire la sicurezza per lavoratori e clienti e il rispetto delle normative sanitarie vigenti. Assicurare un sostegno concreto alle migliaia di lavoratrici e lavoratori stagionali che si avvicineranno al settore alla ricerca di un’attività se pur temporanea e precaria. Ed è proprio in una fase economica così critica che c’è il rischio di sentirsi costretti ad accettare condizioni di lavoro nero o ai limiti della legalità, per assicurarsi una minima entrata economica.

#rESISTIAMO è la campagna informativa della Filcams Cgil Nazionale per essere, come ogni anno, al fianco delle lavoratrici e dei lavoratori del turismo e di tutto il settore. Il distanziamento fisico e le limitazioni legate al contenimento del contagio da Covid-19, non impediranno alla Filcams di supportare, tra gli altri, i lavoratori stagionali, esternalizzati, terziarizzati e in appalto; e se anche non sempre sarà possibile presidiare come in passato le maggiori località turistiche, le strutture sindacali saranno a disposizione sia presso le sedi Filcams che online per rispondere a quesiti e informazioni”.