“L’Istat stima a febbraio un aumento dell’inflazione del +0,1% rispetto al mese precedente e del +0,6% sull’anno. Il carrello della spesa, invece, frena ancora al +0,2%. In questo modo, le ricadute pe le famiglie in termini annui, si attestano a un aumento di +173,40 Euro. Aumenti che avvengono in un momento delicato e difficile per le famiglie, che devono fare i conti con le gravi conseguenze della pandemia e con sostegni che in molti casi tardano ad arrivare. Per questo è urgente avviare misure straordinarie che prevedano: un prolungamento del blocco ai licenziamenti (così come annunciato dal Ministro del Lavoro), un sostegno alle famiglie in base alla loro situazione reddituale, un aiuto alle attività economiche, specialmente quelle che risentono maggiormente delle attuali restrizioni”. Così in una nota Federconsumatori.

“Non ci stancheremo di ribadire che, in questa delicata fase storica, è indispensabile avviare una ripresa urgente e duratura, in grado di rilanciare l’occupazione e affermare un nuovo modello di sviluppo improntato alla sostenibilità sociale, oltre che ambientale” afferma Emilio Viafora, Presidente Federconsumatori.