european lotteries

Il programma di mentoring 2021-2022 Women’s Initiative in Lottery Leadership (WiLL) in Europa è stato lanciato ufficialmente durante un webinar di avvio di successo il 5 ottobre. Incentrato sui temi della leadership femminile e della diversità sul posto di lavoro, il webinar ha riunito leader di alto livello del mondo delle lotterie e relatori esterni di rilievo.

Come moderatrice, Romana Dernovšek, CEO di Loterija Slovenije, d.d., EL 2nd Vice-President e Supervisory Chair del gruppo di lavoro EL CSR-Responsible Gaming, ha sottolineato l’importante ruolo svolto dalle donne nel corso dei secoli. Dopo aver condotto un breve sondaggio con i partecipanti sul primo uomo, cane e donna nello spazio, ha portato l’attenzione sul fatto che spesso gli individui sanno di più sui grandi successi nella storia degli uomini piuttosto che delle donne. Non c’è dubbio che negli ultimi anni siano stati compiuti progressi per quanto riguarda le posizioni di leadership femminile, ma c’è ancora del lavoro da fare.

”Sono felice e orgogliosa di moderare e parlare a questo evento inaugurale. Avere l’opportunità di supportare e vedere le nostre otto coppie WiLL crescere e imparare insieme arricchirà sicuramente la mia vita e, si spera, sosterrà e ispirerà le nostre giovani leader donne ad arrivare il più lontano possibile per realizzare i loro sogni”.

Romana ha dato il benvenuto a due delle donne leader più rispettate ed esperte nel settore delle lotterie. Stéphane Pallez, 1° vicepresidente di EL e CEO di La Française des Jeux (FDJ), che ha sostenuto il programma WiLL Mentoring a livello europeo, ha condiviso le sue opinioni sulla leadership femminile e su come le cose possono progredire per creare migliori opportunità per tutti. Ha evidenziato le varie iniziative prese in FDJ per far crescere il numero di donne a livello dirigenziale. In una nota più personale, ha parlato dei modelli di ruolo femminili nella sua vita e carriera, nonché dell’importanza dei colleghi di supporto e della sorellanza sul posto di lavoro. “WILL continua a crescere, creando un percorso per donne di talento e appassionate per realizzare il loro pieno potenziale nel settore delle lotterie. Tutti trarranno beneficio da questa esperienza e contribuiranno a costruire un ambiente che non solo accetti la diversità, ma la celebri e la promuova”.

Rebecca Paul Hargrove, CEO della Tennessee Education Lottery Corporation, presidente della World Lottery Association (WLA) e fondatrice di WiLL, ha spiegato l’intera storia dietro la sua creazione negli Stati Uniti, dove la sua ambizione e spinta era aiutare le donne a raggiungere i loro obiettivi. Dalla sua creazione, i programmi di mentoring WiLL continuano a svolgersi in Asia, Africa ed Europa. Il motto di Rebecca è “dove c’è volontà, c’è un modo!”

Suzanne Mau-Asam, coach EL per il programma WiLL e fondatrice di Female Hub nei Paesi Bassi, ha moderato un panel con Romana, Stéphane e Rebecca che hanno avuto una discussione informativa e vivace con suggerimenti per donne professioniste basati sulle proprie esperienze e carriere. Hanno sottolineato l’importanza della fiducia in se stessi, la volontà di imparare di più e il sostegno della famiglia quando si presentano opportunità professionali. I loro consigli principali includevano credere in se stessi, non aver paura di chiedere aiuto, non prendere le cose sul personale e non aver paura di essere aperti a nuove idee/proposte/cambiamenti. Suzanne si è poi presa un momento per spiegare in dettaglio il programma WiLL a tutti i partecipanti, compreso il suo ruolo di coach, la cronologia del programma e il modulo WiLL sulla piattaforma di e-learning EL. Il programma durerà sei mesi con mentori e allievi dell’EL Membership. Ute Hamelmann, Innovation Manager di Westlotto in Germania, ha affrontato il concetto di sistemi e strumenti agili per offrire nuove opportunità alle donne. Il tempo trascorso a lavorare è una parte importante della vita di tutti, quindi dovrebbe essere significativo e appagarti, ed è questo che sta dietro il concetto di nuovo lavoro. Ha anche spiegato il concetto di “agile”, dove il bisogno dell’utente è al centro di ogni azione, con un grande esempio di design thinking. Ha concluso spiegando cosa sono le organizzazioni agili, basate su sistemi organici e auto-organizzati, in contrapposizione ai sistemi tradizionali dove solitamente l’utente arriva per ultimo. Mark Vlaanderen, Head of Talent Management di Philips nei Paesi Bassi, ha focalizzato la presentazione finale sull’importanza della diversità per la migliore innovazione e, infine, il successo. A tal fine, ha mostrato come Philips sia aumentata fino alla percentuale di leadership femminile all’interno della propria organizzazione.