L’Ugl interviene in merito all’accordo di ‘esodo volontario’ sottoscritto dai vertici del Casinò di Saint Vincent e le sigle sindacali, proponendo un ulteriore confronto “per una scelta già dettata di trasparenza e coerenza, non volendo sostenere in alcune parti, che vanno a screditare il lavoro fin qui svolto riguardante l’accordo dell’11 febbraio 2O19”.

Per Walter Zampa e Tommaso Auci si “intravede nella soluzione proposta dal Casino de La Vallée, già sottoscritta da alcune parti sindacali, iniquità nei confronti dei lavoratori a suo tempo licenziati” ritenendola “antieconomica per come è costruita per i restanti dipendenti. Ci rendiamo conto della situazione economico-politica aziendale ma siamo sempre più convinti che le scelte debbano essere condivise e partecipate”.