La Federazione Italiana Tabaccai in data odierna ha scritto al Governo per richiamarne con forza “l’attenzione sull’attuale grave situazione finanziaria ed occupazionale che sta interessando la nostra categoria. Al fine di fronteggiare le difficoltà riscontrate dai rivenditori, è stata chiesta l’adozione di eccezionali ed urgenti misure di sostegno.

In particolare: estensione alle tabaccherie degli ammortizzatori sociali già previsti per aziende con più di 15 dipendenti; sospensione dei termini di versamento di imposte, tasse e contributi previdenziali e assicurativi nei confronti dell’Amministrazione finanziaria e degli enti competenti; dilazione a fine anno del riversamento delle accise e dell’IVA sui tabacchi lavorati immessi in consumo così facilitare la prosecuzione dell’attività; dilazione a fine anno a favore dei tabaccai dei termini di riversamento dei proventi derivanti dalla raccolta del gioco del lotto.

Si tratta di misure necessarie e indifferibili per fronteggiare l’attuale emergenza a sostegno della rete che da sempre rappresenta lo Stato sul territorio assicurando importanti servizi di pubblica utilità”.