La Commissione Europea ha pubblicato la tanto attesa proposta legislativa per un Digital Services Act (DSA), che, tra le altre cose, introduce regole per regolamentare le grandi piattaforme digitali e garantire che i mercati interessati dai gatekeeper digitali rimangano equi e competitivi.

L’EGBA accoglie con favore la proposta della Commissione e il suo più ampio sforzo per approfondire il mercato unico digitale europeo (DSM), che si riflette nella completezza della sua proposta DSA. Sebbene il gioco d’azzardo online in quanto tale non sia regolamentato dal DSA, la proposta è rilevante per il settore europeo del gioco d’azzardo online in quanto si riferisce, tra le altre cose, a regole ex ante per i gatekeeper digitali come le società di rete. social media, responsabilità digitale per piattaforme online, pubblicità online e avvisi e azioni di rimozione.

La proposta sarà poi presentata al Parlamento europeo e al Consiglio, i due colegislatori dell’UE, che riesamineranno la proposta e proporrà emendamenti prima di raggiungere un accordo comune sul contenuto finale della normativa. EGBA attende con impazienza di collaborare con i responsabili politici dell’UE durante questo processo legislativo e ribadirà loro anche i vantaggi di standard e iniziative più comuni dell’UE, come l’e-ID, per i settori digitali transfrontalieri come il settore del gioco online. Europa, che oggi vale 24,5 miliardi di euro di entrate e dovrebbe raggiungere i 37,3 miliardi di euro nel 2025.

“Accogliamo con favore la legge sui servizi digitali della Commissione e speriamo che questo sia l’inizio dei rinnovati sforzi della Commissione per affrontare molte delle sfide normative che interessano le imprese e i consumatori che acquistano e vendono servizi nello spazio digitale. . Una delle sfide che vediamo nel settore del gioco d’azzardo online in Europa è la necessità di normative più coerenti nell’UE, in particolare per quanto riguarda la protezione dei clienti, e la Commissione deve intensificarsi per affrontare l’attuale frammentazione “. – Maarten Haijer, Segretario generale.