“È istituito nello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze il Fondo per il rilancio del sistema sportivo nazionale. Il fondo si alimenta, dalla data di entrata in vigore del presente decreto e sino al 31 dicembre 2021, una quota pari allo 0,5 per cento del totale della raccolta da scommesse relative a eventi sportivi di ogni genere, anche in formato virtuale, per un totale di almeno 40 milioni di euro per il 2020 e di 50 milioni annui nel 2021. È atteso un decreto attuativo. È indefinito l’utilizzo di detto fondo che, comunque, appare insufficiente. Del resto, senza la ripartenza dei campionati nazionali, il fondo non si alimenta”.

E’ quanto evidenziato dall’Ugl nella memoria depositata alla Camera in merito al Decreto Rilancio, in particolare l’Art. 217 – Costituzione del Fondo per il rilancio del sistema sportivo nazionale.

In merito alla proroga dell’entrata in vigore della lotteria degli scontrini al 1° gennaio 2021 – articolo 141 – si legge: “La cosiddetta lotteria dei corrispettivi decorre dal 1° gennaio 2021 anziché dal 1° luglio 2020. Si tratta di una misura che supera eventuali discrepanze che potrebbero essere causate dalla difficoltà per gli esercenti di dotarsi dei necessari strumenti”.