‘L’ennesimo inaccetabile aumento della tassazione, ora è chiaro a tutti che il governo ha intenzione di finanziare le folli promesse elettorali esclusivamente con il nostro settore’, così Domenico Distante, presidente di Sapar commenta la notizia circa le misure contenute nel decreto sul Reddito di Cittadinanza.

‘Questo gioco al massacro sulla pelle di lavoratori e gestori è intollerabile. Mercoledì prossimo invito tutte le associazioni di categoria a Roma per un incontro al fine di definire lo stato di agitazione.

Tra gli argomenti in discussione – fanno sapere dall’associazione- anche l’ipotesi di spegnimento delle macchine.