“Da notizie circolate ieri sera, sarebbe emerso che, per aumenti di tassazione imposti dalla manovra 2020 e dal decreto fiscale inerenti altri comparti diversi dal gioco, siano state disposte dal Governo, a seguito di specifiche richieste, integrazioni istruttorie di fattibilità e consultazioni con le relative associazioni di categoria. Confido che gli operatori del comparto del gioco pubblico ricevano ora quantomeno la medesima attenzione ed il medesimo riguardo dal Governo, assicurando loro l’incontro e gli approfondimenti istruttori richiesti. Il tutto anche in considerazione della magnitudine e della ripetitività degli aumenti di tassazione inflitti al comparto del gioco pubblico e del livello di criticità denunziato, nella consapevolezza piena di interpretare il sentimento dell’intero comparto”.

Lo ha detto Geronimo Cardia (Presidente di Acadi – Associazione Concessionari Giochi Pubblici aderente a Confcommercio Imprese per l’Italia).