Bar e esercizi pubblici rischiano di non riaprire più dopo l’ennesimo prolungamento del lockdown.

Un incontro immediato al Governo “per dare certezze alle imprese dimenticate” perche’ “l’ennesimo prolungamento del lockdown costera’ altri 10 miliardi di fatturato alle imprese. Una doccia gelata ed una fortissima delusione per moltissime attivita’ che si stavano gia’ preparando a implementare al dettaglio tutti i protocolli di sicurezza per riprendere gradualmente il lavoro. E che, in molti casi, ancora aspettano di fruire delle misure di sostegno di marzo, dal bonus all’accesso al credito agevolato”.

Advertisement

Confesercenti scrive al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. “Gli imprenditori sono delusi e preoccupati” scrive la presidente di Confesercenti Patrizia De Luise, “quasi un mese di ulteriore rinvio per le attivita’ commerciali ed addirittura di piu’ per ristoranti, bar e servizi alla persona, vuol dire aggravare ulteriormente la situazione economica, con il rischio concreto che molte attivita’ chiudano per sempre. Inoltre, mancano del tutto risposte per il comparto turistico, le cui attivita’ sono ancora in uno stato di profonda incertezza, senza fatturato e senza prospettive per il futuro”.