“Come previsto nel recente DPCM, nei prossimi giorni riapriranno, nel rispetto dei protocolli di sicurezza: le sagre, le fiere, le agenzie di scommesse, le sale bingo, i concerti, gli spettacoli all’aperto, i centri estivi e tante altre strutture. Preso atto di quanto sopra questa associazione chiede al Ministero delle Politiche Agricole di attivarsi per la riapertura, il prima possibile, degli ippodromi al pubblico”. Così in una nota Attilio D’Alesio, presidente del Coordinamento Ippodromi.

“Ormai le corse dei cavalli si stanno svolgendo a porte chiuse, regolarmente e nel pieno rispetto delle linee guida e dei protocolli sanitari, dal 25 maggio scorso. Gli ippodromi sono grandi impianti all’aperto, dotati di servizi di accoglienza per il pubblico (bar, ristoranti, agenzie di scommesse etc. etc.) ai quali gli spettatori e gli appassionati potranno accedere in assoluta sicurezza, assistendo alle corse anche in notturna, in linea con quanto previsto dal calendario ministeriale.

In questi giorni abbiamo ricevuto molte richieste di accesso da parte di tanti appassionati, che non abbiamo potuto autorizzare ma che ci auguriamo di poter accogliere presto. Si resta quindi in attesa di notizie in merito e delle relative linee guida per poter aprire al pubblico, finalmente, gli ippodromi nazionali” conclude D’Alesio.