Il “libro Verde per l’Ippica” pubblicato sul Sito del Mipaaft e’ sicuramente molto interessante ed indica le linee di indirizzo sulle quali lavorare per giungere nel 2020 ad una buona ed integrale riforma dell’ippica nazionale.

Dobbiamo constatare, con piacere, che molte nostre proposte contenute nel documento da noi consegnato alla Task Force l’8 maggio u.s. sono state recepite. Prima fra tutte la necessità di avere presto una “Legge per l’ippica” finalizzata a valorizzare il nostro grande Sport ma anche un “Codice Deontologico”, un “Regolamento Unico“, un “Codice di Legalità per gli ippodromi”, “televisione e pubblicità”, “ Riforma delle scommesse”, “ bonus fiscale per l’acquisto dei cavalli” e tanti altri punti ben evidenziati nel testo.

Molto bella anche l’idea di ascoltare tutti gli operatori ed anche tutti i cittadini che potranno così esprimere la loro opinione. Da parte nostra continuiamo a proporre la costituzione di un tavolo di lavoro con la presenza delle associazioni rappresentative della filiera dove poter discutere di tutti questi punti e la istituzione di una consulta ippica permanente.

Infine, venendo all’oggi, ci preme sottolineare che gli ippodromi sono ancora senza contratto e non hanno percepito alcun corrispettivo per il lavoro svolto nell’anno in corso ed e’ evidente che in questa situazione tenere a norma gli impianti e’ molto molto difficile. Ci auguriamo quindi che nel 2020 si possa avere un “contratto condiviso” a partire dal 1 gennaio.

Coordinamento Ippodromi
Attilio D’Alesio