“La volontà del Ministro Centinaio di adottare un “Codice della Legalità” per gli ippodromi nazionali, finalizzato a riavvicinare il pubblico al mondo delle corse ed a garantire la qualità dei servizi per i cavalli e per gli operatori, è molto condivisa da questa associazione, pronta a dare tutto il proprio miglior contributo di idee per attuare nel modo migliore questo “Codice” assolutamente necessario ed urgente per offrire il miglior “prodotto corse” nei “teatri” dove si svolge la bellissima competizione sportiva.

Con questo obiettivo abbiamo richiesto, da tempo, una audizione alla task force e la costituzione di un Tavolo di lavoro con la partecipazione delle associazioni della filiera ippica.
I nove ippodromi associati al Coordinamento sono pronti, con impegno ed entusiasmo, a dare esecuzione a quanto sarà previsto dal Codice della Legalità”.

Coordinamento Ippodromi
Il presidente
Attilio D’Alesio

Commenta su Facebook