La Fipe comunica che “secondo quanto previsto dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate prot. 36282/2021, a partire dal 10 e non oltre il 24 febbraio è possibile presentare la domanda tramite il portale “Fatture e Corrispettivi” del sito internet dell’Agenzia delle entrate, per richiedere il contributo a Fondo perduto di cui all’art. 25 del c.d. “Rilancio”, rifinanziato con 5 milioni di euro dall’art. 60, comma 7 sexies del c.d. “Agosto”.

Nello specifico, possono presentare la domanda per usufruire delle risorse stanziate le imprese che:

  • non abbiano già presentato la richiesta nel periodo precedente ai sensi dell’art. 25 del c.d. “Rilancio”;
  • abbiano partita IVA con data di inizio attività anteriore al 30 aprile 2020;
  • abbiano il domicilio fiscale o la sede operativa nel territorio dei Comuni ricompresi nella circolare del Ministro delle finanze n.9 del 14.6.1993 oppure in Comuni classificati come totalmente montani colpiti da eventi calamitosi i cui stati di emergenza erano ancora in atto alla data di dichiarazione dello stato di emergenza COVID-19 (31 gennaio 2020);

Tuttavia, occorre tener presente che sono escluse le imprese con domicilio o sede fiscale nelle Regioni indicate nelle istruzioni per la compilazione della domanda pubblicate dall’Agenzia delle Entrate in data 30 giugno 2020;

  • abbiano compensi o ricavi non superiori a 5 milioni di euro.

Per la determinazione del contributo, trovano applicazione le disposizioni di cui all’art. 25, comma 5, del “Rilancio” (cfr. Faq Fipe n. 4 – art. 25 Rilancio). Nel caso in cui l’ammontare complessivo delle istanze accolte risulti inferiore al limite di spesa (che si ricorda è pari a 5 milioni di euro), il contributo erogabile potrà raggiungere anche il 100%  di quanto spettante, diversamente, nel caso in cui l’ammontare complessivo dei contributi relativi alle istanze accolte risulti superiore a tale limite di spesa, l’importo erogabile a ciascun beneficiario sarà proporzionalmente decurtato, applicando la percentuale ottenuta rapportando il limite complessivo di spesa alla somma totale relativa alle domande che sono state accolte.

Scarica qui:

  • le istruzioni per la presentazione della domanda;
  • il modulo relativo all’istanza;

Per maggiori informazioni e assistenza, rivolgiti alla nostra Associazione territorialmente a te più vicina!”.