«E’una situazione molto difficile, è un periodo molto lungo che tocca il comparto turistico, commerciale, il Casinò di Sanremo, le agenzie di viaggi, il trasporto pubblico e privato. Le persone che vivono in stato di precarietà stanno aumentando. Parliamo soprattutto di microimprese, aziende a dimensione familiare. Penso ai bar, ai ristoranti che non possono programmare la loro attività con costi invariati. Alla fine della crisi pandemica, potremmo capire di più, ma siamo fortemente preoccupati, anche rispetto a una situazione ante crisi sanitaria, vedi le alluvioni che hanno coinvolto il basso Piemonte». Lo ha detto in un’intervista a riviera24.it il segretario della Cisl per le province Imperia e Savona, Claudio Bosio.