“A causa del blocco totale delle attività del settore dell’animazione turistica e territoriale, portare la percentuale di ristoro al 400% per” una serie di codici ateco “già presenti nell’allegato 1”. Tra questi il codice 93.29.90 – Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca. Inoltre prevedere l’abbassamento dell’IVA dal 22% al 10% per tutti servizi di Animazione ed Intrattenimento (sia turistica che territoriale).

E’ quanto chiesto da Assoturismo-Confesercenti nella memoria scritta rilasciata nel corso delle audizioni sui Decreti Ristori nelle Commissioni riunite Bilancio e Finanze del Senato.