Per il settore del gaming si apre un momento importante, una sfida difficile, ma che va sfruttata come opportunità. A parlare è Eduardo Antoja, presidente onorario di EUROMAT, esperto riconosciuto del comparto a livello internazionale.

“Ogni settimana teniamo una riunione del comitato esecutivo di Euromat. Una riunione di videoconferenza, ovviamente, per scambiare informazioni sullo stato e le prospettive del settore dei giochi”, fa sapere Antoja in una intervista rilasciata alla rivista spagnola Azar.

Antoja sottolinea che l’intero del gioco ‘terrestre’ è bloccato “con prospettive molto incerte”, e se ci sono settori che soffrono, per altri si apre un momento di grande sviluppo. Zoom, Amazon, produttori di maschere e commercio online in generale stanno beneficiando della situazione “Questo mi porta a una riflessione positiva: non tutto è affondato e galleggeremo. La primavera verrà di nuovo, anche se non sappiamo quando. Ora, il nostro problema più importante, che percepisco in ognuna dele riunioni virtuali di Euromat, è che continuiamo a essere un settore non compreso dai politici. Non solo in Spagna, ma in tutta Europa. Nel Regno Unito, nei Paesi Bassi, nella stessa Commissione europea, siamo inclusi nel settore del turismo, e gli aiuti concessi sono dfficili da applicare alle nostre imprese. Nella maggior parte degli stati dell’UE siamo stati messi in coda all’elenco, tra gli ultimi a potre riprendere, a ricominciare a vivere quando questo incubo finirà”.

“Vorremmo vedere i media più allineati con l’industria e le sue associazioni in questo sforzo, e che smettano di applaudire iniziative a breve termine che, se necessario, contribuiscono poco o niente per risolvere i nostri problemi più urgenti”.

“Non dimentichiamo che la crisi COVID-19 ha colpito un settore in un momento in cui, in tutta Europa, si trovava in una chiara situazione di instabilità” evidenzia Antoja riferendosi agl attacchi dell’opinione pubblica “e che ricostruire una situazione di equilibrio instabile è estremamente difficile, se non impossibile; soprattutto in un nuovo quadro di preoccupazione per la salute pubblica.

Devi pensare al giorno dopo, per il quale non esiste una pillola, e chi ha bisogno di idee e progetti in questo momento. Progetti che preserino gli interessi di tutti i membri del settore e, in particolare, dei clienti. Scopri tutte le migliori pratiche da altri paesi e settori. È qui che deve essere dimostrata la vera solidarietà dell’intero mondo dei giochi, di cui anche politici e regolatori sono una parte importante. Il servizio che forniamo, poiché nessuno può dubitare che sia un servizio richiesto dalla società, ci costerà di più, applicando le necessarie misure preventive; Ciò richiede un nuovo ordine basato sul realismo e sulla comprensione reciproca”.

“Nel settore dei giochi abbiamo ampiamente dimostrato di essere socialmente responsabili; e continueremo ad esserlo quando potremo riprendere la nostra attività. Continuiamo a lavorarci su. Ma dobbiamo essere compresi, rispettati e aiutati a creare il nuovo ordine. Il nostro comprovato contributo alla società lo merita”.