“La società SISAL ha appena comunicato la sospensione dei canoni relativi ai mesi di aprile e maggio per la raccolta del Superenalotto e delle scommesse ippiche e sportive effettuata presso i relativi corner”. Così in una nota il Sindacato Totoricevitori Sportivi e Federazione Italiana Tabaccai.

“Tale decisione è stata adottata in accoglimento delle diverse istanze che FIT e STS, fin dall’acuirsi della crisi Covid-19, hanno avanzato a SISAL, come a tutti gli altri concessionari dei giochi pubblici, affinché si adottassero tutte le soluzioni più idonee a fornire un concreto aiuto alla rete dei ricevitori, fortemente colpiti e danneggiati dall’emergenza.

Soltanto ieri l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli aveva deciso di sospendere, a tempo indeterminato e fino a diverso avviso, tutti i giochi con vincita in denaro raccolti su rete fisica che risultavano ancora attivi, ossia il 10eLotto, il Winforlife, Winforlife Vinci-casa, nonché le poche scommesse su eventi sportivi e non sportivi, che non fossero già state sospese, lasciando attiva solamente la vendita dei tagliandi dei tagliandi Gratta & Vinci.

La decisione di SISAL, pertanto, rappresenta un’importante boccata di ossigeno per tutta la rete. Non si tratta di un annullamento dei canoni, ma di una sospensione; difatti i canoni di aprile e maggio saranno recuperati a partire dal mese di luglio, dilazionati in sei rate, ma allo stato attuale sicuramente, con l’emergenza che stiamo vivendo, rappresentano senz’altro un importante aiuto a tutti i ricevitori.

Auspichiamo che anche il concessionario Lotterie Nazionali posticipi l’avvio della riscossione dei canoni sul G&V la cui decorrenza, ricordiamo, è già fissata a giugno.

FIT e STS, ad ogni modo, continueranno a monitorare la situazione, intervenendo con tutti i concessionari, SISAL inclusa, per trovare ulteriori soluzioni a sostegno della categoria dei tabaccai ricevitori, per tutelare al meglio i loro interessi e il loro futuro” conclude la nota.