“Nella serata di martedì con l’approvazione dell’ordine del giorno 131/15 (testo 2) a firma dei Senatori Comincini e Conzatti (Italia Viva) e dell’ordine del giorno 61/14 a firma dei senatori Parente, Sudano, Conzatti, Comincini, Nencini (Italia Viva) sono state recepite in toto le istanze presentate dalla Federazione Italiana Tabaccai di cui, attraverso tutti i mezzi di comunicazione FIT, già era stata data immediata notizia agli associati il 3 aprile scorso. In particolare, con tali ordini del giorno si formalizza l’impegno del Governo a favore della nostra categoria” si legge in una nota.

“È stata infatti riconosciuta la necessità di garantire risorse economiche per i tabaccai sempre più in difficoltà e sempre più in crisi di liquidità in ragione delle misure che ne hanno fortemente limitato l’operatività. A questo proposito sono state presi in considerazione i due settori, tabacco e lotto, su cui i tabaccai sono maggiormente in difficoltà nell’adempiere ai propri obblighi di versamento” prosegue la nota.

“Ringraziamo tutti i Senatori di Italia Viva firmatari – ha detto il Presidente Nazionale della Federazione Italiana Tabaccai, Giovanni Risso – per l’attenzione riservata alla categoria e per aver riconosciuto, in questo modo, l’impegno e l’abnegazione dei tabaccai che, anche nell’emergenza sanitaria in corso, hanno continuato a lavorare come richiesto dal Governo”.

“Il quadro rappresentatomi dalla FIT ha ben evidenziato lo stato di difficoltà in cui versano i tabaccai, soprattutto riguardo ai riversamenti per il gioco del Lotto e del tabacco – ha dichiarato il deputato di Italia Viva e sindaco di Garda, Davide Bendinelli, promotore del progetto che ha recepito le richieste della categoria, facendosene portavoce al Senato -. Abbiamo quindi convenuto che fosse necessario dare liquidità ai tabaccai posticipando gli incassi del Lotto e facendo pagare i tabacchi al netto delle imposte che ovviamente saranno riversate in un secondo momento”.