“Dal Consiglio dei ministri è arrivata una risposta molto importante all’emergenza Coronavirus, con uno stanziamento superiore a quanto inizialmente previsto. L’auspicio è che sia sufficiente a coprire tutte le esigenze, incluse quelle di imprese e lavoratori. I danni dello stop imposto all’economia, ad ora, sono difficilmente quantificabili: molto dipenderà dalla durata della fase critica e dalla conseguente inattività”.

Così Patrizia De Luise, Presidente di Confesercenti, commenta l’esito del Cdm di oggi.

“Il mondo delle imprese e del lavoro autonomo è in attesa di risposte urgenti per fronteggiare il blocco delle attività. Servono subito interventi chiari: dobbiamo organizzarci per fornire servizi alla popolazione ed evitare che lo stop forzato metta in crisi autonomi ed imprese. In attesa delle disposizioni annunciate per l’estensione degli ammortizzatori sociali, è prioritario mantenere la liquidità: servono subito moratorie su finanziamenti, pagamenti al fisco e utenze, così come sui contributi di prossima scadenza. Ma anche interventi per agevolare il credito e per il rilancio dopo lo stop. Dobbiamo essere pronti anche all’idea di riscrivere la manovra, destinando tutti gli aumenti di spesa previsti al superamento dell’emergenza”.