Il Governo vieti la vendita di biglietti “Gratta&Vinci” in tutta Italia, come misura di contenimento dei contagi e per evitare pericolosi affollamenti davanti ai tabaccai.

A chiederlo il Codacons, dopo la decisione del comune di Bergamo che ha vietato i giochi nelle tabaccherie della città.

“Chiediamo al Governo di inserire nel prossimo decreto una misura che vieti la vendita di “Gratta&Vinci” presso le tabaccherie e in qualsiasi altro esercizio rimasto aperto – spiega il presidente Carlo Rienzi (foto) –. In tutta Italia numerosi anziani e soggetti con forme di dipendenza da gioco continuano a recarsi presso i tabaccai proprio per acquistare tagliandi dei “Gratta&Vinci”, creando file davanti agli esercizi ed alimentando la possibilità di contagi. Per tale motivo è necessario vietare con apposito decreto la vendita di biglietti, così da limitare i rischi sanitari per la collettività” conclude Rienzi.